Riaperto il Consultorio di Ardea, Asl Roma 6

La riapertura del consultorio di Ardea, Asl Roma 6, rappresenta un passo utile e importante per garantire la salute delle donne ed i loro diritti.
La perdita di un servizio come il consultorio, in un territorio della provincia di Roma fragile e difficile per la sua posizione geografica e per la sua composizione sociale, era giustamente stata vissuta come un colpo ai diritti e lesiva delle opportunità da parte delle cittadine e dei cittadini di informarsi, accedere alle visite ginecologiche, tutelarsi.
La messa nuovamente in funzione di quel fondamentale presidio sanitario da parte della Regione Lazio e della Asl Roma 6, sia pure ancora con giorni e orari definiti, è un segnale importante, in controtendenza rispetto al disinvestimento sui servizi territoriali e sociosanitari che avevamo ereditato cinque anni fa.

Consultori, ai Castelli si torna ad assumere

Dopo anni in cui non accadeva la Asl Roma 6 torna ad assumere 16 nuovi operatori per i consultori dei Castelli: 4 psicologi 4 Assistenti sociali 4 ostetriche 4 infermieri.

Un risultato importantissimo, frutto di un impegno di squadra tra Cabina di Regia della Sanità, l’Azienda sanitaria Roma 6 e il Direttore Mostarda, oltre al lavoro che in Consiglio regionale ho portato avanti in prima persona, con un ordine del giorno al Bilancio per il rifinanziamento dei consultori del Lazio e lo sblocco del turn-over, sempre incalzata dell’impegno e dalla passione dell’Assemblea delle donne dei Castelli Romani.

Da oggi, a partire da quel territorio, iniziamo a descrivere una nuova pagina per il potenziamento di servizi importanti per la salute delle donne.

Un segnale concreto di quanto l’amministrazione Zingaretti faccia sul serio per il rilancio dei consultori.

13 milioni e mezzo di euro per i consultori del Lazio

Marta Bonafoni


Il potenziamento dei consultori della Regione Lazio passa attraverso azioni concrete. E’ di pochi giorni fa la notizia della delibera di Giunta che assegna tredici milioni e mezzo di euro per il potenziamento delle attività legate ai consultori, l’ammodernamento tecnologico e l’acquisto di attrezzature destinate a programmi di screening per la prevenzione e la diagnosi precoce dei i tumori, con particolare riferimento alla salute della donna e del bambino.
Continua a leggere…

La Ru486 nei consultori e la salute delle donne

Marta Bonafoni

consultorio-roma
Proprio ieri la Conferenza dei Presidenti dei Gruppi alla Pisana ha deciso di fare un consiglio straordinario sulla sanità il prossimo 26 aprile.

La richiesta si è levata dai banchi della destra, infuriata in questi giorni per la decisione di #Zingaretti e sui non obiettori del San Camillo e sulla sperimentazione dell’RU486 nei consultori.

In questo bell’articolo di Cecilia D’Elia un bel po’ delle solide argomentazioni che porterò in aula anche io, tra due settimane.