L’impegno della Regione sui consultori è una garanzia per la salute delle donne

Marta Bonafoni

Consultorio_Bracciano_7
A quarant’anni dalla legge di istituzione dei consultori della Regione Lazio finalmente un’amministrazione prende in mano un tema tanto importante investendo risorse e personale per garantire il diritto d’accesso a servizi fondamentali e necessari per la tutela della salute delle donne.

Solo chi ha lo sguardo reso piccolo dall’ideologia può tradurre questo sforzo della Regione Lazio e dell’attuale Giunta con la sintesi “abortificio”, una brutta parola che non ci piace e che riteniamo certamente lesiva e poco rispettosa innanzitutto della sensibilità delle tante donne che son passate per questa esperienza e in secondo luogo delle equipes e del tanto personale competente e appassionato che lavora nei consultori della nostra Regione.

Ricordiamo, comunque, alla consigliera Tarzia che tutte le leggi dello Stato vanno rispettate e quindi anche la Legge 194 che è una conquista di civiltà del nostro Paese e per la difesa della quale ci impegneremo sempre.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *